BlogNews Il genietto, dove lo metto? | lavagnabianca | Il Cannocchiale blog
.
Annunci online

lavagnabianca RIPENSARE LA SCUOLA
Il genietto, dove lo metto?
post pubblicato in PROVOCAZIONI, il 24 giugno 2008
 Che non sia facile definire l'intelligenza si risà; pare altresì altamente evidente che anche l'esattezza della sua misurazione ha sollevato, e solleva, non poche discussioni.
Lo psicologo americano 
Howard Gardner ha introdotto la teoria delle intelligenze multiple, che prevede la distinzione di ben 7 tipi fondamentali di intelligenza, localizzati in parti differenti del cervello.

Spesso gli insegnanti, usando una ben poco delicata approssimazione, definiscono lo studente che ha sviluppato scarsa attitudine all'apprendere "stupido
".
Ma qui non ci vogliamo soffermare sull'uso politicaly correct del lessico didattico - pedagogico, né sul fatto che nessun docente è mai stato sottoposto ad un test di intelligenza.
(Magari ne parleremo altrove).
Sta di fatto che i migliori prof, si fanno in quattro per riuscire ad infilare qualcosa nelle zucche degli stupidoni!

Qui vogliamo invece sollevare un altro problema: dei (e per)ragazzi intellettualmente iperdotati la scuola non sa che fare.
Succede che questi genietti, che in classe si annoiano come orsi allo zoo, si svoglino e, quindi, si perdano per strada.
Altre volte vengono afflitti da crisi prestazionale iperattiva che li rende poco simpatici e destinati ad una pessima socialità.
Più spesso si rinserrano in un timido silenzio sorridente, sono benvoluti dai compagni che ne riconoscono la superiorità ma condannati a vivere nella loro torre d'avorio.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. genio inadeguatezza bambini intelligenti

permalink | inviato da mariabetta il 24/6/2008 alle 19:44 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa
Sfoglia maggio        settembre